22 Maggio – AAA cercasi 194 – Azione al Policlinico Umberto I

iodecido111A 36 anni dall’approvazione della 194 i collettivi della rete cittadina #iodecido ripartono dal Policlinico Umberto I, luogo simbolo della lotta per la salute sessuale e riproduttiva delle donne, per rivendicare la possibilità concreta di un aborto libero, gratuito e garantito; dell’aborto farmacologico e la completa accessibilità alla pillola del giorno dopo per una sessualità consapevole e autodeterminata.

La legge 194 in questi anni è stata svuotata di contenuto dall’enorme presenza di medici obiettori (nel Lazio il 90%).

Dalla Spagna all’Italia passando per la Grecia e il Portogallo le politiche dell’austerity si abbattono violentemente sul corpo delle donne.

#iodecido sul mio corpo!

Rete cittadina #io decido

jpeg-1jpegDi seguito il volantino distribuito durante l’azione:

22 Maggio 1978: in Italia viene approvata la legge 194 sull’aborto. Dopo 36 anni la legge, rimasta invariata, è stata svuotata di contenuto dalla presenza enorme di medici obiettori (il 90% solo nel Lazio). Di fronte agli ostacoli e alle umiliazioni che costellano il percorso all’IGV, cresce il numero degli aborti “fai-da-te” che mettono seriamente in pericolo la salute delle donne e cresce l’abisso tra classi abbienti e classi precarie, laddove solo alle prime è garantito il diritto all’autodeterminazione sul proprio corpo. Anche l’aborto farmacologico (RU486) e la contraccezione d’emergenza, seppur previste dalla legge, sono, di fatto, strumenti quasi inaccessibili alle donne.

Dalla Spagna all’Italia, passando per la Grecia e il Portogallo le politiche dell’austerity si abbattono violentemente sui corpi delle donne.

Vogliamo ripartire dalle parole d’ordine della Spagna: #iodecido, per continuare il percorso iniziato l’otto marzo e dare vita ad una vera e propria campagna che rivendichi la possibilità concreta di un aborto libero, gratuito e garantito; una campagna che garantisca la possibilità dell’aborto farmacologico, la completa accessibilità alla pillola del giorno dopo e lo sviluppo di una sessualità consapevole e autodeterminata attraverso l’introduzione di un’educazione sessuale laica in tutte le scuole. Decidiamo di farlo partendo dal Policlinico, luogo simbolo delle lotte per la salute sessuale delle donne, e non ci fermeremo finché non saremo le uniche a decidere sui nostri corpi.

#iodecido