Con lo slogan LA VITA SIAMO NOI

l’Assemblea permanente delle donne contro la proposta di legge Tarzia promuove un

Incontro nazionale

Roma (Casa Internazionale delle Donne)

sabato 21 gennaio 2012 (ore 9 / 17)

Vogliamo impedire che le donne siano costrette a tornare all’aborto clandestino, vogliamo tutelare la salute delle donne e avere cura della salute psico-affettiva, sessuale e riproduttiva degli adolescenti. Vogliamo sventare il tentativo di impedire l’applicazione della legge 194, già erosa a causa dall’alto numero di medici obiettori di coscienza. Vogliamo che i servizi offerti dai Consultori siano finanziati adeguatamente.

Vogliamo reagire all’attacco all’autodeterminazione delle donne.

Sono questi alcuni degli obiettivi dell’incontro nazionale promosso dall’Assemblea permanente, formatasi a giugno 2010 per contrastare la proposta di legge regionale nel Lazio che vorrebbe modificare i consultori. Contro quella proposta di legge (prima firmataria Olimpia Tarzia) sono state raccolte circa 100mila firme nel corso di più di cento iniziative organizzate in tutta la regione.

Se, come dicono i dati ufficiali, gli aborti in Italia sono costantemente diminuiti è proprio grazie al lavoro sulla salute riproduttiva che hanno fatto i consultori in questi anni, nonostante le regioni li abbiano costantemente definanziati e sostanzialmente ignorati. Oggi quello che occorre non è cambiare le leggi o imporre visioni ideologiche, ma sostenere adeguatamente i Consultori e i servizi di estrema utilità – come prevenzione, ascolto e informazione – che offrono.

Perché un incontro nazionale? Perché  il tentativo di imporre visioni ideologiche nei consultori e di limitare la libertà delle donne è in atto anche in altre regioni. Infatti in Piemonte è stata presentata una proposta analoga a quella del Lazio. Inoltre in quasi tutte le regioni italiane i tagli ai finanziamenti provocano carenza alle strutture e impediscono il rinnovo del personale. Vediamo con preoccupazione aumentare le amministrazioni poco interessate alla tutela di servizi di base, soprattutto per le giovani, le donne meno abbienti, le immigrate che i consultori garantiscono e riteniamo che sia giunto il momento di reagire per difendere e rilanciare un’eccellenza italiana. Per dire chiaramente che le donne non accettano di esser messe sotto tutela.

Assemblea permanente delle donne contro la proposta di legge Tarzia

Materiali:

http://www.noidonne.org

http://www.vitadidonna.it

http://www.zeroziolenzadonne.it

http://consultaconsultoriroma.blogspot.com/

Contatti:

339 4364627

333 4073540

06 68401720 

Leggi anche:

“Corpo, diritti e servizi” di Milva Pistoni

“Diritto alla salute e servizi per le donne” di Pina Adorno

“Corpo e autodeterminazione” di Giovanna Scassellati

“Diritto all’autodeterminazione” di Carlotta Sorrentino

Annunci