Legge Tarzia: riaperte le audizioni

Regione Lazio: Le donne dell’Assemblea contro la proposta di legge Tarzia hanno ottenuto la riapertura delle audizioni presso la Commissione Lavoro e Politiche sociali

Roma 5 aprile 2011 La Commissione Lavoro e politiche sociali, che voleva oggi chiudere le audizioni sulla proposta di legge Tarzia e passarla quindi, con parere positivo, al dibattito in Consiglio, ha interrotto i lavori per ascoltare l’intervento, imprevisto, di una delegata dell’Assemblea delle donne riunite dalle 15 di oggi in un sit-in di protesta presso la sede del Consiglio regionale del Lazio.

La Commissione ha finora ascoltato le istituzioni, gli enti locali e alcune categorie, per es. l’associazione delle mogli dei medici, ma non ha ancora ascoltato il parere della consulta dei consultori, delle organizzazioni sindacali e soprattutto non ha ascoltato il parere delle numerose associazioni di donne che ne hanno fatto regolare e tempestiva richiesta. Ha convocato, per fare un esempio, le associazioni pro-life, che dalla riforma Tarzia avranno un cospicuo tornaconto economico, diretto o indiretto, e non ha convocato le donne dei centri antiviolenza, né tutte le associazioni di base che usufruiscono dei servizi sociosanitari garantiti dai consultori pubblici.

La decisione della Commissione, alla ripresa dei lavori, è stata di andare avanti con tutte le audizioni. Oltre alle 50 già effettuate proseguirà quindi con la convocazione delle 60 associazioni che non hanno finora ottenuto udienza.

Assemblea permanente delle donne contro la proposta di legge tarzia

Prossimi appuntamenti:
– assemblea di lottotuttolanno mercoledì 6 aprile università La Sapienza facoltà di Fisica ore 17.30
– lunedì 11 ore 18.00 Casa Internazionale delle Donne assemblea permanente delle donne contro la tarzia
– giovedì 14 ore 10 corteo Via dei Lincei 97 fino alla regione Lazio

Annunci