Produzione e Riproduzione: donne verso Caracas

L’8 marzo 2008 un gruppo di donne autorganizzate occupava uno stabile abbandonato da anni nella zona di Cinecittà. Così è nata La Casa delle Donne “Lucha Y Siesta” dove oggi vivono circa 20 donne, italiane e non, e diversi minori, ma che in questi due anni è stata attraversata da tante donne che hanno contribuito ed arricchito con i propri desideri e le diverse conoscenze questa nuova esperienza.

Tutte insieme abbiamo creato uno spazio per l’accoglienza abitativa e sociale di donne per le donne, con uno sportello per la tutela legale, l’orientamento e la formazione, un luogo di resistenza e di organizzazione dove non solo si possano elaborare percorsi di emancipazione e autodeterminazione delle donne, ma anche contribuire a ricostruire un nuovo scenario sulle politiche di genere.
Nell’ambito delle nostre lotte non solo per la difesa dei diritti delle donne e dei minori ma soprattutto per la promozione di nuovi diritti, Lucha y Siesta ha aderito all’appello lanciato dalle donne del Venezuela e dell’Ecuador di realizzare, nel marzo nel 2011 a Caracas, una Conferenza Mondiale delle Donne.

“Cresce la consapevolezza che è necessario uno scambio internazionale delle esperienze, una cooperazione, azioni di solidarietà e lotta per la liberazione della donna in un mondo completamene liberato dallo sfruttamento e dall’oppressione…In tutto il mondo crescono le condizioni per l’emancipazione delle donne e dell’umanità intera, per soddisfare completamente le necessità materiali e spirituali di uomini e donne, per una convivenza che garantisce lavoro, salute, educazione e benessere per tutti e tutte, visto che le grandi ricchezze create con il lavoro e lo sforzo di milioni di lavoratori, oggi servono solo per soddisfare l’insaziabile ansia di profitto dei capitalisti… E’il momento di unire le nostre voci e ribellioni, di prenderci per mano per unirci nella prospettiva di costruire una nuova società…dove gli uomini e le donne di tutti i continenti godano del frutto del loro lavoro, nel pieno rispetto delle diverse culture, di ogni popolo, che con la sua storia, è parte di un mondo che merita un futuro felice” (tratto dall’Appello del Comitato Promotore della Conferenza).

All’interno del processo di preparazione alla Conferenza, si inserisce il dibattito che sarà organizzato il 16 Settembre a Lucha y Siesta sul tema “Produzione e riproduzione: donne verso Caracas”. Per noi vuole essere un primo momento di discussione ampio e trasversale che indaghi sugli attuali meccanismi di sfruttamento del corpo e delle menti e sulle alternative che gruppi di donne e uomini sperimentano, ogni giorno, in diverse parti del mondo, per disinnescarli e non continuare a subirli.
Riteniamo altresì molto importante confrontarci sulla “situazione italiana” dove, in totale controtendenza rispetto all’Europa, prima ancora di avviare vertenze sull’accesso alla formazione e al reddito, prima ancora di indagare le conseguenze della crisi economica, un Welfare inesistente e discutere attorno alle evoluzioni del lavoro di cura e il ruolo delle donne migranti, ci ritroviamo a fare i conti con una società imbarbarita che mette in discussione ancora una volta la libertà di scelta delle donne.

Invitiamo, quindi, tutte/i a partecipare all’incontro

di giovedi 16 Settembre alle ore 18:00

presso la Casa delle Donne “Lucha y Siesta” in via Lucio Sestio 10.

Locandina in pdf

Annunci