LyS recycle – laboratorio di sartoria

Lys recycle made in Cinecittà è un laboratorio di sartoria e riciclo creativo gestito da Margherita Marig ed Elena Soro all’interno della Casa delle Donne Lucha y Siesta.

Il laboratorio offre servizi di sartoria (riparazione e confezione di abiti su misura), vendita di vestiti e gioielli di propria produzione, tutto creato artigianalmente utilizzando materiale di recupero, oltre a proporre al pubblico corsi di cucito e riciclo creativo.

L’idea consiste in un laboratorio di sartoria che raccoglie, seleziona, ripara, crea e adatta capi di abbigliamento e accessori. Il progetto vuole incoraggiare lo sviluppo di una attività artigianale che possa contribuire alla salvaguardia dell’ambiente attraverso il riciclo.

L’obiettivo principale è sviluppare l’imprenditorialità femminile come possibile soluzione di problemi occupazionali di donne socialmente svantaggiate, offrendo formazione ed esperienza professionale. Il progetto si prefigge essenzialmente di gettare le fondamenta per una creazione di occupazione sostenibile, al fine di favorire l’accesso delle donne immigrate al mondo del lavoro e migliorarne le condizioni di vita, promuovendo il processo di “integrazione” attraverso la pratica delle funzioni essenziali proprie del “diritto di cittadinanza”.

Sinteticamente Lys Recycle made in Cinecittà può essere riassunto in tre termini: riciclo, recupero, riutilizzo

Ricicloil termine stesso evidenzia la continuazione di un ciclo, quello o vitale di un prodotto altrimenti destinato a giacere in discariche aumentando montagne di spazzatura. Spezzare o, almeno rallentare quella sequenza che ci spinge a produrre e consumare nel più breve tempo possibile un oggetto e disfarcene, per poi comprarne un altro di uguale utilizzo alimentando una produzione di massa non più incentrata sull’individualità del lavoratore e sul rispetto ambientale, ma su enormi catene di montaggio dove spesso l’operaio, costretto per ore a ripetere gli stessi gesti, ignora il destino di ciò che produce. Inutile parlare degli enormi costi ambientali in termini di produzione, energia, sostanze tossiche spesso utilizzate, inquinamento dovuto a un uso massiccio dei trasporti -Molte aziende dislocano la produzione dei propri capi in diversi paesi, quindi le varie parti di uno stesso capo sono confezionate in disparate parti del mondo ed assemblate in altre -. Col termine made in Cinecittà vogliamo sottolineare il fatto che la produzione è locale, in un quartiere ben definito di una grande città, che coinvolge il quartiere stesso e le ospiti della casa e che il ciclo di produzione inizia e finisce nello stesso luogo.

Recuperol’idea non è nuova. I nostri nonni riuscivano a far durare un vestito decenni: un cappotto veniva ribaltato più volte per nascondere la stoffa lisa poi, consunto, veniva scucito e le parti di stoffa ancora buone diventavano pantaloni, per poi essere trasformati in calzoni ed indossati da tutti i membri di una stessa famiglia. L’artigiano impiegava diversi giorni per fare un cappotto che curava nei minimi dettagli e questo gli permetteva di vivere facendo il lavoro che aveva scelto, ora l’operaio per vivere deve produrre insieme con altri operai centinaia di capi al giorno, non sempre curati ma destinati a durare una stagione. Nel nostro laboratorio di Lucha y Siesta, arrivano tanti vestiti ed oggetti usati e dismessi che noi recuperiamo e lavoriamo artigianalmente. A volte trasformandoli, altre scucendoli ed utilizzando il materiale per produrne di nuovi, così una gonna diventa un pantalone o un bracciale, una maglietta una borsa, vecchie viti e rondelle parti di una collana, catene e perle parti decorative di una giacca…più o meno come facevano i nonni.

Riutilizzo: i nostri prodotti sono riutilizzati e riutilizzabili, quindi continuano ad avere una funzione. All’interno del laboratorio abbiamo avviato anche dei corsi di riciclo creativo e di cucito rivolti sia a persone esterne sia ad ospiti della casa di Lucha y Siesta. Lo scopo di questi corsi è di insegnare come recuperare e riciclare, traendone senz’altro un giovamento economico e una certa indipendenza di acquisto, oltre che formare professionalmente le ospiti della casa e quindi creare nuove prospettive di lavoro.

Nel laboratorio di sartoria LyS Recycle sono attivi:

Centro di raccolta dell’usato: recupero delle materie prime.

Artigianato del riuso e del vintage: trasformazioni sartoriali creative di accessori e abbigliamento attraverso tecniche di riuso di materiali.

Sartoria Etnica: intreccio di culture, melange di tessuti e colori.

Cuci-point: vieni a creare il tuo vestito, percorsi di socialità e partecipazione.

Mercatini: commercializzazione di vestiti e gioielli realizzati dal laboratorio con la partecipazione di altre realtà territoriali.

Corsi:

  • riciclo creativo: lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 oppure dalle 14.00 alle 16.00 oppure dalle 16.00 alle 18.00
  • taglio e cucito per principianti: martedì e venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 oppure dalle 14.00 alle 16.00 oppure dalle 16.00 alle 18.00

(costo: 80 euro per 5 lezioni, 2 ore a settimana)

Il laboratorio di sartoria è aperto dal lunedì al venerdì 

dalle 9.30 alle 19.00

Per info contattaci o chiamate al 3478781694 o al 388 3736950